Struttura a cui è interessato
Numero adulti
Numero bambini
Clicca qui se vuoi scrivere un messaggio

Secondo i dati rilevati dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM), a inizio novembre 2016 erano 341.000 i migranti arrivati in Europa attraversando il Mediterraneo, sbarcati principalmente sulle coste italiane e greche. Nel 2016 sono aumentati anche il numero dei morti in mare: 4271 persone.

UNICEF nel suo rapporto Uprooted descrive un mondo in cui sono 50 milioni i ragazzi ed i bambini migranti o sfollati nel mondo, di questi 28 milioni fuggono da situazioni di guerra e di instabilità.  I minori rappresentano la fascia più vulnerabile e la loro vulnerabilità sta crescendo: i minori rifugiati o richiedenti asilo sono 11 milioni, ciò vuol dire che 1 minore su 3 che vive al di fuori del suo paese di origine è rifugiato o richiedente asilo, contro un rapporto di 1 su 20 per gli adulti.Secondo i dati raccolti da Save The Children Italia, nei primi dieci mesi del 2016, sono almeno 20.160 i minori soli arrivati sul territorio italiano. Numero raddoppiato rispetto al 2015 e che porta la percentuale dei minori a rappresentare il 14% del totale degli arrivi.

Ma chi sono i minori stranieri non accompagnati?

L’ordinamento italiano li individua come quei minorenni non in possesso di cittadinanza italiana, o di altro paese dell’Unione Europea, che si trovano sul territorio italiano privi di assistenza e rappresentanza da parte dei genitori o di un adulto di riferimento. I minori non accompagnati che arrivano in Italia vengono “affidati” ai servizi sociali dei comuni di rintraccio, cioè quelli dove approdano. Nei fatti ciò vuol dire che circa il 40% dei minori è accolto in piccoli comuni siciliani. La maggioranza di loro è di sesso maschile (94%),  di età compresa tra i 16 ed i 17 anni ed in provenienza da Egitto, Gambia, Albania, Eritrea, Nigeria e Somalia.  Ed ancora, purtroppo, una grossa parte di loro “scompare” andando ad allargare le fila del sistema di sfruttamento e tratta. Agli inizi del 2016 un rapporto di Europol segnalava la scomparsa di 10000 minori tra il 2014 e il 2015, di questi 5000 in Italia.

Il sistema di accoglienza si sta dimostrando inefficiente ed inadeguato, le criticità del sistema mai affrontate al livello strutturale stanno pesando sul futuro di bambini e ragazzi.  A fine ottobre 2016 è finalmente stata approvata dalla Camera dei Deputati del Parlamento italiano una legge che riforma l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati e che prevede: l’applicazione di una procedura atta ad attribuire l’età; la creazione di strutture specificatamente dedicate all’accoglienza di bambini e ragazzi;  il diritto all’istruzione e alla salute; ed infine il diritto all’ascolto nei procedimenti amministrativi e giudiziari che li riguardano anche in assenza di tutore e all’assistenza legale.  La legge pone al centro dell’attenzione il minore, considerandolo prima di tutto un bambino.

Con il progetto 1 € delle Case Valdesi aiutiamo i minori stranieri non accompagnati. Aiutaci anche con una donazione.

È possibile contribuire direttamente anche attraverso una donazione tramite bonifico:
Intestato a “Commissione Sinodale per la Diaconia”
IBAN: IT59H0335901600100000113389
COD. SWIFT/BIC: BCITITMX  

A proposito del blog

Le ultime notizie dalle Case Valdesi dislocate in tutta Italia. Le attività in corso e i progetti sostenuti grazie a tutti gli ospiti delle nostre case vacanze e foresterie

Gli ultimi post

Prenota ora

Oppure