Struttura a cui è interessato
Numero bambini
Clicca qui se vuoi scrivere un messaggio

Ripresa dei servizi interrotti, attenzione alle nuove necessità

di Gianluca Barbanotti, Segretario Esecutivo Diaconia Valdese CSD

arcobaleno-alberi

 

Come Diaconia Valdese CSD, stiamo cominciando a guardare al futuro e non solo a sopravvivere al presente.

Le strutture per anziani e disabili hanno superato la fase critica della pandemia in modo veramente eccezionale: l’Asilo dei Vecchi di San Germano, il Gignoro, la Casa Valdese delle Diaconesse e l’Uliveto non hanno avuto alcun contagio fra gli ospiti e solo uno fra gli operatori. Al Rifugio Re Carlo Alberto, che ha registrato agli inizi di maggio una decina di positivi fra gli ospiti e una decina fra gli operatori, la situazione è stata più complessa ma tutte le verifiche fatte successivamente hanno, per ora, confermato la negativizzazione dei tamponi sia degli operatori, che progressivamente stanno tornando al lavoro, che degli ospiti, che, salvo un caso, non sono stati ospedalizzati ma curati all’interno della struttura. Come abbiamo più volte ribadito, c’è una buona dose di casualità nel contagio, ma c’è molta professionalità e attenzione nel contenimento successivo e nella cura. Continuiamo a ringraziare gli operatori e i responsabili che, in questo difficile periodo di crisi hanno dimostrato un impegno e un valore molto rilevante.

Ci si avvia alla riapertura dei Centri Diurni per minori a Firenze mentre i servizi residenziali continuano a lavorare a pieno regime dovendosi occupare dei minori ventiquattro ore su ventiquattro.

L’housing sociale e le accoglienze per migranti, che hanno sempre proseguito il proprio impegno, si avviano, con la progressiva riapertura dei presidi pubblici, a riprendere le pratiche interrotte, come, per esempio, l’iter di riconoscimento dello status di rifugiato.

Ci stiamo preparando a questa strana estate con i bambini e i ragazzi: ad oggi le regole non sono ancora per niente chiare, ma i centri estivi e le iniziative estive per ragazzi e adolescenti ripartiranno nelle prossime settimane in modo totalmente nuovo.

Così come si apre una stagione turistica che ribalta la tradizione degli ultimi decenni, dove immaginiamo che le strutture di prossimità (come Foresteria di Torre Pellice, Casa Cares) e marine (Casa Balneare valdese di Pietra Ligure, Casa Valdese di Vallecrosia, Casa Valdese di Rio Marina) saranno preferite alle città d’arte (Foresteria Valdese di Firenze, Foresteria Valdese di Venezia, Casa Valdese di Roma). Ma è presto per fare previsioni e si lavora e programma di giorno in giorno. [Le Case Valdesi (hotel e foresterie) si preparano a riaprire con tutta l’attenzione necessaria alla sicurezza degli ospiti e dei lavoratori. Leggi L’estate dopo l’emergenza Covid-19 , ndr].

Tutti i servizi trasversali (formazione, sicurezza, amministrazione, ecc.) si stanno adattando alla nuova situazione: ad esempio la verifica annuale dell’Ente Certificatore sulla qualità quest’anno si è svolta interamente a distanza in video-call e con l’invio elettronico della documentazione.
Cominciamo ad essere preoccupati per la situazione economica che si sta prospettando in Italia e temiamo che sarà questa a dettare l’agenda delle nostre attività nel prossimo autunno e nei prossimi anni.

 

Foto di R_Winkelmann da Pixabay

A proposito del blog

Le ultime notizie dalle Case Valdesi dislocate in tutta Italia. Le attività in corso e i progetti sostenuti grazie a tutti gli ospiti delle nostre case vacanze e foresterie

Gli ultimi post

[ff id="1"]

Prenota ora

Oppure